Archivi tag: profili Firefox

Firefox non si configura da solo!

Ci devi mettere le tue mani 5(0) minuti perchè ti sia un po’ più simpatico. Io sono paranoico: odio la frammentazione dei dischi, quando faccio l’analisi del mio C: e vedo quei frammenti di file buttati alla cavolo come fossero briciole su una tovaglia, divento verde come Hulk! @-X Vabbè, non esageriamo. Diciamo che avere una partizione separata per il proprio ‘amatissimo’ Windoz è indispensabile, ma è ancora più indispensabile che le liane e le mangrovie non la soffochino. Cosa significa questo? Significa che dovete evitare come la peste tutto ciò che ci scrive dei file e poi li cancella, specie se lo fa di frequente, se no tra 6 mesi, specie sui pc non nuovissimi, sentirete un concerto di rumorini derivanti da accessi sul disco a go go, e lì il Windoz vi sembrerà una scarpa inchiodata a terra.

Ora entra in giuoco il nostro amatissimo (questo per davvero) Firefox ‘Volpe di Fuoco’ il quale pero’ ha una brutta abitudine, non rende proprio immediata la sua configurazione avanzata, infatti per riuscire a cambiare la cartella dove tiene la sua cache (i file temporanei per intenderci) bisogna scrivere una strana stringa sulla barra degli indirizzi: ‘about:cache’. Fatelo e ricordatevi di non mettere gli apici. Ora vi si mostrerà una pagina alquanto scarna che ci mostra le directory cache di Firefox, infatti se usiamo la versione 3 abbiamo anche una Offline Cache Device che sinceramente non mi risulta essere mai stata usata, per cui al momento non mi curo di dove stia. In futuro sarà usata, credo, dalle applicazioni web per poter essere usate anche quando siamo disconnessi.

Invece quella che a noi interessa è la Disk Cache Device, è lei la responsabile dei nostri dolorini! Ora per sbatterla fuori dalle scatole di Windoz, in una partizione diversa da C: (io l’ho messa in E: che è la mia partizione dati) bisogna fare un paio di robette. Digitare sulla barra degli indirizzi ‘about:config’, promettere di fare i bravi cliccando sul bottoncino che Firefox vi presenterà, cliccare col tasto destro sull’elenco che compare, scegliere Nuovo -> Stringa, inserire ‘browser.cache.disk.parent_directory’ (sempre senza apici, mi raccomando), e poi il valore di questa nuova chiave, cioè il percorso della nuova directory cache, chessò ‘E:\Firefox Cache’ (spero che abbiate capito che gli apici non li dovete mettere…). Non vi resta che riavviare Firefox e vedere con ‘about:cache’ come avete cambiato la directory cache. Di seguito vedete cosa avete aggiunto nel file di configurazione dopo questi passaggi.

Sembrerà finita ma c’è ancora un’insidia: avete la mania di aprire i file anzichè salvarli? Allora vi consiglio di andare sul Pannello di Controllo di Windoz, scegliete Sistema, selezionate la scheda Avanzate e poi cliccate sul pulsante Variabili d’ambiente. Bene, ora modificate le variabili TEMP e TMP per il vostro utente, mettete un percorso sempre in una partizione diversa da C:, tipo quello che c’è nella figura serguente.

Aspetta, ci siamo dimenticati di altri file temporanei! I cookies e la cronologia. Uff, direte voi, adesso bisogna rifare tutto. Direi di no, amici miei, fate così: voi avete una cartella che tiene i dati del vostro profilo Firefox in ‘C:\Documents and Settings\%NOMEUTENTE%\Dati applicazioni\Mozilla\Firefox\Profiles\’, il nome della cartella è casuale. Non dovete far altro che spostare il contenuto di questa cartella che tiene anche i cookies e la cronologia nonchè i segnalibri e tante altre robette in un posto fuori dalla partizione C: …

Chiudete tutte le sessioni di Firefox. Aprite il prompt dei commandi di Windoz e portatevi nella cartella dov’è installato Firefox. Ora digitate ‘firefox -p’ e si aprirà il Volpone con un wizard dedicato alla gestione dei profili. Create un nuovo profilo, selezionando la nuova directory che ospiterà la cartella dal nome casuale, rifiutando la sua proposta di metterla nel posto di default.

Ora se avviate il Firefox usando il nuovo profilo noterete che non ci sono più le estensioni che avete installato, i vostri segnalibri, i vostri temi… niente paura! Chiudete Firefox, svuotate il contenuto della cartella dal nome casuale appena creata col nuovo profilo, metteteci il contenuto della cartella dal nome casuale ‘vecchia’, riavviate Firefox, et voilà!!! Tutto come prima. La cache starà sempre dove avete deciso di metterla nella prima parte del post, infatti il file di configurazione è sempre quello vecchio. Come passo finale eliminate il vecchio profilo avviando di nuovo Firefox da linea di commando con l’opzione -p.

Ovviamente cose analoghe le dovreste fare con Internet Explorer, solo che lì è molto più semplice (almeno fino alla versione 7, che non ho installata al momento), andate su Utilità -> Opzioni Internet, nella scheda Generale cliccate sul pulsante Impostazioni sotto la sezione File Temporanei, ora scegliete Sposta Cartella…, e scegliete una cartella in una partizione diversa da C:, finito.

Poi i cookies e la cronologia li spostate così: in Windoz selezionate Start -> Esegui , digitate ‘regedit’ e navigate le cartelle seguendo questi due percorsi:

‘HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Shell Folders’
‘HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\User Shell Folders’

In entrambe le cartelle modificate i valori dei campi ‘Cookies’ e ‘History’ e mettete i valori delle nuove cartelle.

Bene, se ci sono problemi sapete dove trovarmi, adesso torno alla mia baracca.

Alla prossima. 🙂

Annunci